Festa di San Silvestro

31/12/2017 10:00
01/01/2018 01:00

Capanna del sudore - dalle 10,00 alle .. , ..

Un fine anno diverso dal solito, a contatto con la natura, nella condivisione per preparare il rito più importante dei nativi americani.
Hai letto bene “preparare”, perché tutti assieme prepareremo tutto il necessario per effettuare il rito: la legna, i sassi, l’altare, il fuoco, le erbe… tutto quello che serve per realizzare la Capanna di Sudore.

Parole d’ordine per questa giornata: armonia, gioia, divertimento.

p.s. la giornata è aperta a tutti, bambini compresi!

In cosa consiste il rito:
Attraverso la capanna di sudore abbiamo la possibilità di purificare tutti i nostri livelli. La purificazione avviene nella sfera fisica, poi, a seconda del livello di coscienza, di cammino o di sensibilità del partecipante si hanno degli effetti anche nei campi sottili, a livello emozionale, mentale animico e spirituale del nostro passato, presente e futuro. 
La capanna del sudore proviene dai Nativi americani ed è il Rito più potente dei Riti in loro possesso, è la cerimonia più diffusa in tutto il pianeta.
Nel momento in cui riconosci che stai sperimentando questo tipo di purificazione,  purifichi i tuoi avi o vite passate (passato), tutti quelli che sono in relazione con te (presente) e i tuoi figli o chi verrà dopo di te – reincarnazioni -  (futuro).

Il rito è condotto da Andrea Valdini
Presso
Rifugio di Prema in Via Al Bigonzo, 4 Dosson di Casier (TV)
Contributo associativo per la giornata: 
€ 70,00 (+10,00 iscrizione associazione che prevede la copertura assicurativa 2017/2018)
Info e prenotazioni: 335 8241 691 - info@autentjca.it

Necessario per la costruzione della Capanna Sudatoria: 
Vestiti comodi e da sporcare, guanti da giardinaggio, scarpe da ginnastica - meglio se scarponi, stivali 
Consigliato lasciare a casa: Orologi, gioielli, effetti di valore
Per il Rito: costume da bagno (facoltativo), un pareo, accappatoio, un tappetino di stoffa (non di plastica), ciabatte o vecchie scarpe, torcia elettrica, offerte per l’altare (si costuma tabacco), strumenti musicali e rametti di erbe aromatiche
Dopo il Rito: il necessario per una doccia, vestiti e scarpe puliti
Per il vitto: ognuno porta qualcosa da mangiare e da bere e poi si condivide
Per il pernottamento (facoltativo): AVVISARE LA SEGRETERIA, il Rifugio di Prema può mettere a disposizione 10 posti, portarsi il proprio materassino e sacco a pelo, effetti personali: Contributo 5.00 €
 (Se desideri puoi arrivare il giorno prima o partire il giorno dopo avvisando preventivamente la segreteria) 

Andrea Valdini si occupa di sciamanesimo e guarigione sciamanica.
Fin dalla notte dei tempi lo sciamano era l’unica figura in grado di guarire.
Ha iniziato questa entusiasmante attività come ricercatore (indipendente) e come operatore olistico.
Viva e opera prevalentemente a Treviso e organizza eventi e seminari anche in altri territori e realtà d'Italia e all'estero.
Per circa 15 anni ha approfondito le tecniche di diverse discipline bio-naturali quali: il reiki, lo shiatsu, lo Shin Tai, la coppettazione, la moxibustione, il massaggio andino e non solo, così da raggiungere una conoscenza completa del corpo umano e dei suoi sistemi energetici.
Dopo un’esperienza personale di guarigione, ricevuta da chi di tecniche e studi non ne aveva, capii che avrebbe dovuto andare oltre a ciò che aveva finora imparato. Si è  messo, quindi, in viaggio e ha spostato la sua ricerca sulle antiche tradizioni e culture di sciamanesimo e guarigione sciamanica, acquisendo insegnamenti ereditati da Maestri con i quali collabora tuttora.
Oggi, poter dire di essere uno sciamano e occuparsi di sciamanesimo e guarigione è un’emozione unica e una missione alla quale egli si dedica con responsabilità e amore.
Una lezione ricevuta da uno sciamano Cheyenne che lo ha colpito profondamente è racchiusa in una frase “L’erba che ti curerà non sarà mai troppo lontana dal tuo corpo. Spesso è dentro di te: chiudi gli occhi, vai nella profondità e trovala”.
Per Andrea questa erba porta il nome di Anima, e se noi ascoltiamo profondamente il nostro corpo, essa ci parla. Dobbiamo imparare a fidarci dei suoi messaggi perché sarà lei che ci guiderà nella nostra vita spesso caotica. 
Osservando il Tempio, così definisce il corpo fisico, possiamo principalmente ottenere due cose:

1° Scoprire meccanismi dissonanti che condizionano il nostro presente: credi mentali, comportamenti, egregore - nostri, degli avi, della società;
2° Ancorare frammenti di Anima che per svariati motivi sono rimasti bloccati nel nostro passato.

Nel primo caso ce la possibilità di trasformare, nel secondo caso ce la possibilità di recuperare, così da riappropriarsi della Forza Vitale (Energia) da usufruire nel quotidiano.

Oggi, dopo oltre 20 anni di appassionata attività e continua ricerca, ha concentrato tutte le sue conoscenze in un metodo, MAV (Metodo Andrea Valdini), allo scopo di fornire, per tutti coloro che lo desiderano, un percorso con strumenti pratici e veloci per raggiungere, in breve tempo, una reale vita serena e tranquilla in tutte le sfere e relazioni. - www.andreavaldini.com -

Condividi