Drums for Freedom

20/03/2020 18:00
21/03/2020 21:00

Uniti attraverso il battito del cuore
“27 ore di suoni prodotti dai battiti dei tamburi che collegheranno tutti i cuori del pianeta in un grande e unico cuore pulsante”

Da Venerdì 20 marzo ore 18:00 a Sabato 21 marzo ore 21:00
(27 h di tamburi e fuoco sacro)

 

> DOVE:
Ovunque vogliate.
Presa visione delle normative attualmente vigenti, il luogo più consono è semplicemente casa vostra!

> COME FARE:
Per sostenere l’iniziativa seguendo le nuove leggi, abbiamo evoluto l’evento con queste nuove direttive:
Ognuno di noi può accendere un fuoco, basta una semplice candela Suonate il tamburo durante questo periodo, anche più volte, non vi chiedo certamente di suonare da soli per 27h consecutive!!! Filmatevi anche con un semplicissimo cellulare posto in ORIZZONTALE e inviatelo alla mail amministrazione@andreavalidni.com
Non serve sia molto lungo, basta circa 20 secondi.

> SCOPO
Inutile contrastare la struttura superiore… Siamo così forti ed evoluti da adeguarci alla situazione.
Abbiamo scelto, ora più che mai, di far battere il nostro cuore alla stessa frequenza della Madre Terra. Dobbiamo considerare quello che stiamo vivendo semplicemente come un modo per riflettere su di noi, sulle nostre necessità… Ci lamentiamo sempre che non abbiamo mai tempo di fare le cose che ci piacciono, di suonare quello strumento che è rimasto a prendere polvere per lungo tempo, per leggere quel libro con le pagine che si stanno ingiallendo lentamente senza che sia stato ancora letto, o semplicemente per chiamare o videochiamare (possiamo usare la tecnologia per questo) ad un vecchio amico. Comprendo che le relazioni telematiche non siano il massimo, sono il primo a considerare l’importanza di una bella stretta di mano, di un abbraccio nel momento del bisogno, o di una pacca sulla spalla… ma ora abbiamo urgenza di fermarci.

In una vita come quella che abbiamo iniziato a vivere soprattutto negli ultimi anni, sempre più frenetica, questa parola è sempre stata vista con una connotazione negativa.
Impariamo a vedere il lato positivo delle cose e a gioire per quello spiraglio di luce che si intravede, piuttosto che correre incontro al buio e poi lamentarci perché ci siamo addentrati troppo nell’oscurità tanto da non vedere più la via d’uscita.

Ora dipende solo da noi. 

Rialziamoci da questa che, senza dubbio, è una situazione non del tutta rosea. Sosteniamo noi, Madre Terra e aiutiamoci, seppur a distanza, per gettare le basi di un futuro migliore, più consapevole.

Grazie, grazie, grazie.

Condividi